#DicoLaMiaSu: Un’app per parlare e fare selfie con i morti (e qualcuno ci crede pure !!)

Questa, mi mancava: stavo scorrendo le notizie su Ansa.it e mi sono imbattuto in questo articolo su una applicazione che permetterebbe di fare selfy e parlare con chi è passato a miglior vita!!

Leggendo l’articolo le cose non stanno proprio così: non è una applicazione per ghost hunters, ma una applicazione che, una volta generato un avatar 3D, di una persona in carne ed ossa, permette, passando per l’Intelligenza Artificiale, di simulare una chiacchierata con una persona già registrata. Messa così ha già più senso!!

Certo è che al giorno d’oggi, si pretende di fare tutto con la tecnologia: anche parlare con chi non è più tra noi.

Ma davvero ne abbiamo l’esigenza?  È pur vero che l’uomo cerca di comunicare con i morti sin dai tempi delle caverne, ed è una esigenza che lo ha accompagnato per tutto il suo sviluppo sino ai giorni nostri.

Ma cosa porta una persona a credere che possa comunicare con un defunto, quando magari la persona è la prima a non credere ad una vita dopo la morte?

Un cattolico, da per scontato che esista una vita oltre la morte, eppure spesso son proprio cattolici quelli che cercano contatti con l’aldilà pur sapendo che secondo la loro dottrina non dovrebbero farlo. 

Cosa li spinge? L’impossibilità di accettare la dipartita ? L’incapacità di elaborare il lutto? O la speranza di avere informazioni di prima mano da chi, teoricamente in quanto morta, ha accesso alla conoscenza universale?

Qualunque sia il motivo, poi c’è gente che ne approfitta, come per esempio, questi programmatori, che giocando sul sottotitolo dell’applicazione, fanno credere che anche le sedute spiritiche si sono evolute la punto di essere incluse in una applicazione.

Ma ve l’immaginate una applicazione tipo Skype o Hangout che permettesse di inserire nella rubrica i nomi di persone defunte, per una chattata con il il carissimo defunto? Magari chattando perché non c’è segnale spiritico a sufficienza per poter comunicare a voce?

Tornando a bomba, chi fa pubblicità ad una propria applicazione dovrebbe usare un po’ più di giudizio, se non altro, per una questione di immagine. Credono davvero che la gente sia così stupida da bersi qualunque stupidaggine scrivano?

D’accordo la dabbenaggine, ma questi l’hanno proprio fatta fuori dal vasino!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.