CoronaVirus — Ambarabacicìcoccò questi soldi a chi li do?

Il governo ha deciso di anticipare 400 milioni di euro, ai comuni, per poter andare incontro alle esigenze di emergenza delle famiglie che non riescono, a causa della situazione attuale legata al COVID–19, a pagare nemmeno la spesa alimentare, rischiando così di dover saltare, e far saltare ai membri della propria famiglia, i pasti giornalieri.

A prescindere dal domandarsi a come siano arrivati a questa situazione, che richiederebbe un discorso tutto a parte, si levano già voci di protesta: per alcuni i fondi sono pochi, per altri non va bene che siano un anticipo su futuri fondi dedicati al comune: li vorrebbero a parte, dai fondi previsti, in futuro per i comuni. Non considerando, tra l’altro, che il governo stesso ha ribadito chiaramente che questi sono solo i primi fondi indirizzati ai comuni, per questa specifica necessità, il che, se la lingua italiana non ha degli optional, significa che ce ne saranno altri, messi a disposizione, appena il governo deciderà in realtà sia il momento di approntarli.

Quello, però, che mi ha subito colpito, è stata la levata di scudi di alcuni sindaci, non voglio fare nomi per non avviare flame inutili, che hanno iniziato a precisare: ‘Questi soldi sono per chi ha bisogno, ma certo non per chi percepisce il reddito di cittadinanza, che già ha un bell’aiuto tramite lo stesso.’ Mi aspetto anche chi se ne esca con qualcosa tipo: ‘ai lavoratori in nero no, perché non sappiamo quando perdessero in realtà di stipendio, per cui si arrangino!!’

Insomma: siamo il solito paese in cui, da una parte, abbiamo degli splendidi esempi di umanità, dimostrata dai nostri medici, da nostri infermieri, dalle aziende che stanno riconvertendo il proprio ciclo produttivo, per riuscire a fornire i DPI che, questo paese, ha dimostrato di non avere in quantità sufficiente.

Dall’altra parte abbiamo gente, come questi sindaci, pronti a fare figli e figliastri, nei confronti di chi soffre dello stesso problema: la fame!

Ma dico io: prendete questi benedetti soldi che il governo ha anticipato e/o stanziato e/o messo a disposizione e/o rubati ai ricchi per darli ai poveri e/o quello che vi pare, ma fate mangiare la gente!!

Palermo ha già dimostrato, senza dover andare indietro nel tempo a cercare situazioni simili, che il popolo, per un pezzo di pane, è capace di avviare una guerra civile (alcuni direbbero a ragione, altri no). Ha voglia il sindaco Orlando a dire che in realtà dietro l’assalto c’erano i mafiosi o altri facinorosi. La fame è fame, in tutto il mondo: ovunque il popolo è capace di dare in escandescenza, quando vede alcuni mangiare caviale e loro non riuscire a mettere insieme un pasto per i propri cari.

E questo vale sia per chi un impiego ce l’ha, ufficialmente, come per chi un lavoro ce l’ha, in nero. Quindi cari i miei sindaci, prima che vengano a prendervi per il cravattino, fareste bene a stare più attenti, a fare certe affermazioni in pubblico!!

Qui comunque potete vedere come il governo ha deciso di spartire quei 400 milioni di euro: vorrei vedere i sindaci che hanno fatto queste affermazioni per cui decidevano loro chi avrebbe avuto e chi no, cosa diranno quando non si vedranno inclusi nella lista!!

Vorrei proprio vederli!! Si !!

 

J.C.


Se volete essere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi post di questo blog iscrivetevi alla newsletter cliccando qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.