Domanda su Quora Italiano…

È giusto per i genitori curiosare nel cellulare dei propri figli?

Controllo Cellulare Figlio

Il mio pensiero in merito è il seguente:


Personalmente dico si. Non sono un genitore per cui rispondo più a pelle che per esperienza diretta.

Credo che avere l’accesso totale al cellulare, e di conseguenza tenere monitorate le attività svolte sull’apparecchio, di un/a figlio/a sia un diritto del genitore, così come un dovere.

Proteggere i propri figli dai rischi che la rete ha insitamente presenti credo, al giorno d’oggi, sia uno dei doveri fondamentali di un genitore.

Quello che trovo sbagliato non è il controllarli, ma il farlo a loro insaputa, questo si lo trovo deleterio.

Bisogna spiegare al figlio, quando gli si da in mano l’apparato, che sarà monitorato; questo secondo me aiuterà il figlio a capire che comunque una figura di riferimento sarà presente; ed è una cosa necessaria visto l’eta, ormai ridicola, a cui si da un cellulare ad un figlio al giorno d’oggi.

La cronaca, purtroppo, alla fin fine mi da ragione. Il cellulare non deve diventare l’erede del televisore ossia qualcosa con cui tenere impegnato il figlio e non dovergli dare bado.

Va spiegato al giovane per cosa gli viene dato e che sarà controllato in maniera non periodica dai genitori.

La mancanza di periodicità nel controllo ha due scopi:

  1. rendere il giovane più attento non sapendo quando il controllo avverrà;
  2. stimolare il senso di responsabilità perché sa che nel periodo, tra un controllo e l’altro, sarà lui a dover decidere cosa poter fare e cosa no.

Questo discorso lo espanderei anche al controllo del computer in uso dal giovane, altro tema molto dibattuto.

 

Rispondi